«L'analisi FM e una base decisionale per la pianificazione strategica e finanziaria»

«L'analisi FM e una base decisionale per la pianificazione strategica e finanziaria»

Intervista con il Dr. Thomas Giudici, Delegato del Consiglio di fondazione e Direttore del mandato dall’aprile 2018, e Andrea Boller, Responsabile dei Servizi centrali e membro della Direzione, centro per anziani di Birsfelden.

Dr. Thomas Giudici, Delegato del Consiglio di fondazione

Dopo un’analisi del potenziale ed operativa da parte di ISS, ha deciso di trasferire integralmente il Facility Management a ISS. Cosa si aspetta da questo passo?

GIUDICI: Nel 2018 abbiamo formulato un nuovo approccio: cura eccellente ad un prezzo interessante. Questa è la nostra impegnativa promessa per il futuro. Il bisogno di cure e quindi anche le esigenze e le richieste di una popolazione che invecchia sono in aumento. Possiamo soddisfarlo solo mettendo insieme le nostre risorse nel nostro core business. I compiti che non fanno parte del core business possono essere eseguiti in modo più efficiente e di qualità superiore da parte di fornitori di servizi specializzati.

BOLLER: Oltre all’efficienza dei costi, vogliamo anche sviluppare ulteriormente le nostre competenze e abilità nell’economia domestica e nell’industria alberghiera. Nei servizi tecnici, l’attenzione si concentra sul rispetto delle linee guida e delle norme giuridiche.

Perché era necessaria un’analisi preliminare?

GIUDICI: Con l’analisi FM commissionata a ISS, siamo stati in grado di ottenere una panoramica completa e dettagliata del funzionamento, della manutenzione e dei relativi costi. Siamo rimasti sorpresi di quanto sia alto il potenziale di risparmio per processi e materiali. Stiamo già ottenendo un notevole aumento dell’efficienza solo attraverso l’ottimizzazione delle procedure di lavoro. I risultati dell’analisi sono ampiamente supportati da confronti di benchmark e ci servono come base decisionale per la pianificazione strategica e finanziaria.

Quali sono le sfide dell’esternalizzazione di tali compiti?

GIUDICI: All’AZB siamo un’unione per la vita. Nelle case di riposo e di cura, i residenti vivono insieme per un lungo periodo di tempo. Il rapporto tra i nostri residenti e i nostri collaboratori è molto più intenso che in un ospedale, che di solito dimette i pazienti dopo pochi giorni. Qui ci troviamo di fronte alla sfida di integrare i nuovi collaboratori ISS rapidamente e bene.

BOLLER: L’esternalizzazione porta grandi cambiamenti per tutte le parti coinvolte e abbiamo vissuto in prima persona le grandi incertezze tra i nostri collaboratori. Per questo motivo, abbiamo fornito tempestivamente informazioni aperte e trasparenti sulla situazione e sui cambiamenti futuri.

GIUDICI: L’obiettivo era quello di mostrare ai collaboratori che si sono trasferiti a ISS le prospettive e le opportunità di sviluppo che un datore di lavoro come ISS offre ai suoi collaboratori, ad esempio in termini di formazione continua e sviluppo professionale.

Andrea Boller, Responsabile dei Servizi centrali

Cosa è stato decisivo per il successo dell’implementazione dei servizi?

BOLLER: L’implementazione in un istituto delle nostre dimensioni è complessa. Per garantire una transazione senza difficoltà alle operazioni di ISS, gli specialisti ISS hanno avuto l’opportunità di conoscere le operazioni dell’AZB in una fase iniziale. Insieme sono state poi chiarite le questioni organizzative, durante le quali la Responsabile di mandato ISS ha potuto concentrarsi pienamente sui compiti operativi. Gli specialisti ISS sono stati di grande aiuto durante l’intero processo di cambiamento. Si può sentire il know-how e l’esperienza, e che tutti sanno ciò che conta.

Quali aspettative ha nei confronti del team ISS che sarà da ora al suo fianco?

BOLLER: Un compito importante è quello i fare familiarizzare i nostri collaboratori, che sono ora impiegati presso ISS, con i nuovi standard e processi. La Responsabile di mandato ISS ha una grande competenza e molti anni di esperienza di funzioni simili nel settore ospedaliero e svolge un ruolo centrale in questo senso. Ci aspettiamo inoltre che i nuovi collaboratori siano ben integrati nel team AZB e che siano in grado di comunicare bene con la maggior parte dei residenti di lingua tedesca. Una buona conoscenza delle lingue è quindi importante. Finora abbiamo avuto esperienze positive con i collaboratori di ISS, che sono in grado di comunicare molto bene nonostante le diverse nazionalità.

Da ottobre, gli specialisti ISS svolgono in loco tutti i compiti dell’economia domestica e del settore tecnico. Quali sono le prime esperienze di questa partnership?

GIUDICI: Le nuove procedure e i nuovi processi richiedono un know-how specifico. Con ISS abbiamo un partner che ci supporta con competenza in tutte le domande. Abbiamo già ottenuto un notevole successo in termini di efficienza e qualità del lavoro.

BOLLER: Se oggi ci sono punti di intersezione poco chiari nelle operazioni, li risolviamo immediatamente. Brevi canali di comunicazione assicurano che tutti siano consapevoli di ciò che sta accadendo. Consideriamo ISS come partner e i collaboratori ISS fanno parte del nostro team.

Come hanno reagito i collaboratori e i residenti al cambiamento?

BOLLER: Il feedback dei residenti e del personale dell’AZB è stato positivo. I collaboratori di ISS vengono percepiti come aperti, amichevoli e motivati. I nuovi standard di pulizia sono già visibili nell’istituto. Per i collaboratori dell’economia domestica che hanno modificato datore di lavoro, i cambiamenti sono più grandi e più difficili. Devono adattare le loro abitudini lavorative e imparare molte cose nuove, come nuovi standard o una nuova cultura di servizio. Non è semplice. Dobbiamo quindi accompagnarli in questo processo di cambiamento.

Il centro per anziani di Birsfelden si trova nelle immediate vicinanze della città di Basilea e offre a 170 persone anziane, per lo più bisognose di cure, una casa di cura e assistenza di alta qualità. In sette reparti, l’AZB dispone rispettivamente di 26 camere singole e di un proprio reparto per persone affette da demenza. Altri servizi come il parrucchiere, la fisioterapia, l’ergoterapia, la podologia e un centro diurno per anziani completano l’offerta.