6 domande e risposte sull'ottimizzazione energetica dell’esercizio

6 domande e risposte sull'ottimizzazione energetica dell’esercizio

Il funzionamento degli impianti tecnici degli edifici comporta costi elevati. Quindi è ancora più importante abbinarlo in modo ottimale al suo utilizzo effettivo. Questo è l'obiettivo dell'ottimizzazione energetica dell’esercizio secondo SIA 2048. Il Return on Investment per l'ottimizzazione energetica dell’esercizio è inferiore a due anni e quindi corrisponde a un ritorno sul capitale oltre il 50 per cento!

Simon Künzi (a destra nella foto) è Responsabile Gestione energetica di ISS e, insieme al suo team, si occupa di tutte le questioni energetiche di circa 1.800 edifici in tutta la Svizzera.

1. Qual è l'obiettivo dell'ottimizzazione energetica dell’esercizio?

L'ottimizzazione energetica dell’esercizio è un metodo pratico per ottimizzare gli impianti tecnici degli edifici senza grandi investimenti finanziari e costruttivi. Si tratta di ridurre il consumo di energia con semplici misure negli impianti di riscaldamento, ventilazione e refrigerazione, nonché nell'illuminazione e nell'automazione degli edifici. La priorità assoluta è quella di garantire che il sistema venga utilizzato in modo adeguato all'effettivo utilizzo senza ridurre il comfort degli utenti dell'edificio.

2. Dove viene applicata l'ottimizzazione energetica dell’esercizio?

L'ottimizzazione energetica dell’esercizio è adatta sia alle grandi aziende che alle PMI. Può essere effettuata in tutti gli edifici. Un prerequisito è che gli edifici siano dotati di un qualche tipo di tecnica dell'edificio, almeno un sistema di riscaldamento, idealmente impianti di ventilazione e refrigerazione. Poiché le misure adottate dall'ottimizzazione energetica dell’esercizio si limitano principalmente a controllare le regolazioni tecniche, anche l'età dei sistemi è irrilevante ai fini dell'implementazione. Esempi di tali misure includono la regolazione di

  • curve e limiti di riscaldamento,
  • temperature di ritorno con caldaie a condensazione,
  • sistemi di recupero del calore,
  • comandi dell'illuminazione,
  • riscaldamento dell'acqua sanitaria,
  • temperature locale server.

3. Quali requisiti di legge devono rispettare i gestori degli edifici?

L'attuazione della Strategia energetica 2050 nella sfera degli edifici è di competenza dei Cantoni. Mentre finora sono stati responsabilizzati i grandi consumatori con un fabbisogno annuo di calore superiore a 5 GWh o un consumo di elettricità superiore a 500 MWh, la tendenza è che i Cantoni introducano le disposizioni di legge con il modulo «ottimizzazione energetica dell’esercizio» anche per le piccole e medie imprese con un consumo annuo di elettricità compreso tra 200 e 500 MWh.

Attualmente si tratta dei Cantoni di Basilea Città e Berna. Per i gestori degli edifici, ciò significa che l'ottimizzazione energetica dell’esercizio negli edifici adibiti ad uso commerciale (edifici non residenziali) deve essere effettuata e documentata al più tardi tre anni dopo la messa in servizio e poi periodicamente ogni cinque anni. In tutti gli altri Cantoni non esiste ancora un obbligo legale. Un'ottimizzazione energetica dell’esercizio è sempre utile per considerazioni ecologiche oltre che economiche.

4. Come si svolge un'ottimizzazione energetica dell’esercizio?

Per un'ottimizzazione energetica dell’esercizio professionale è richiesto un responsabile dell'energia esperto. Insieme al gestore dell'impianto vengono definiti gli obiettivi e le esigenze. Durante un giro di ispezione, gli specialisti valutano le impostazioni degli impianti tecnici degli edifici, identificano i punti deboli e documentano i dati registrati. Il rapporto fornisce informazioni sull'andamento dei consumi energetici e contiene un catalogo di misure con proposte concrete su come gli obiettivi di efficienza energetica fissati possano essere raggiunti e come gli investimenti possano ripagare economicamente.

Inoltre, l'analisi dell'ottimizzazione energetica dell’esercizio fornisce ulteriori informazioni utili per migliorare le prestazioni energetiche di un edificio e il benessere dei suoi utenti. Si pensi qui al coordinamento del riscaldamento, della ventilazione e della refrigerazione per evitare correnti d'aria e fluttuazioni di temperatura nell'edificio. Ma anche agli impianti tecnici che devono essere sostituiti a causa della loro vita utile. In questo caso, potrebbe essere necessario un investimento maggiore, ma porterà benefici economici ed ecologici a lungo termine.

Il team di gestione energetica di ISS esegue ogni anno ottimizzazioni energetiche standardizzate in oltre 100 immobili commerciali in tutta la Svizzera, dai singoli edifici ai grandi portafogli immobiliari. Grazie alla vasta esperienza in tutte le aree della tecnica degli edifici e al grande pool di specialisti altamente qualificati, ISS offre soluzioni olistiche dall'analisi, all'implementazione delle misure fino al controllo delle prestazioni.

5. Quanto è alto il potenziale di risparmio?

L'esperienza dimostra che in un periodo di cinque anni si può risparmiare, in media, il 15 per cento dei costi energetici. Poiché non sono necessari grandi investimenti strutturali e finanziari, il periodo di ammortamento delle spese iniziali è inferiore a due anni. Nel Canton Berna, l'ottimizzazione energetica dell’esercizio è inoltre sostenuta da sovvenzioni, che migliorano ulteriormente la performance finanziaria di questo investimento.

6. Come viene garantita l'efficienza energetica a lungo termine?

Se si vuole ridurre il consumo di energia a lungo termine, è necessario un monitoraggio costante dell'energia. Questo è l'unico modo per monitorare, controllare e provare in modo affidabile il consumo di CO2, elettricità e acqua. Da un lato, questo aiuta le aziende a comunicare in modo efficace gli aumenti di efficienza raggiunti. Ma anche internamente, il tema della sostenibilità sta entrando nella coscienza di gestori e utenti e, nel migliore dei casi, incoraggia un uso economico delle risorse in altri settori.

Grazie ai dati dell’ottimizzazione energetica dell’esercizio è possibile identificare ed eliminare anche i malfunzionamenti e gli eventuali guasti di funzionamento.